Anno del Drago (verde) di Legno

...ed è arrivato l’anno del Drago di Legno, un animale immaginario molto energico, vitale e contemporaneamente misterioso. Nell'immaginario collettivo occidentale , il drago è un animale di cui avere paura, ad esempiola leggenda di San Giorgio ed il drago.

Se penso alle feste in Cataluna, e penso al Drac di Villafranca del Penedesho tantissimi ricordi "paurosi" di quando ero piccola, di questo animale che sputava fuoco dalla bocca.

Il Drago in Cina è un segno ambizioso, un leader visionario e romantico, che desidera il successo, ama le sfide, punta sempre in alto, è competitivo, intraprendente, entusiasta, indipendente e generoso, molto orientato al lavoro. I draghi sono saggi e avventurosi, a volte un po’ capricciosi e impulsivi.

il Drago era una creatura benevola e di buon augurio, connessa con la pioggia e con la fertilità.

Per i taoisti il Drago era il Dao stesso incarnando quel tipo di energia di cui possiamo avere consapevolezza in alcuni momenti... anche se questa consapevolezza può svanire immediatamente come il Drago che si mostra soltanto in modo rapido o parziale. Di solito vive nascosto nella profondità del mare, o all’interno della terra, o tra le nuvole.

Il Drago occupa la quinta posizione dello zodiaco cinese: un giorno, l’Imperatore di Giada dichiarò che l’ordine zodiacale sarebbe stato deciso in base all’ordine in cui gli animali sarebbero arrivati alla sua festa.

Inizia un anno pieno di energia e trasformazione

Mi accolgo, mi accontento e per una volta penso al mio benessere prima di tutto

Kiki

Mindfulness! benvenuta Primavera

Una mattina di "laboratorio pratico" per imparare a conoscere la Mindfulness 🙂 e dare il benvenuto alla Primavera   

Faremo esercizi all'aria aperta e lavoreremo sull'elemento Legno, il cui organo - Zang è il fegato. L'ideogramma del Fegato è composto da "carne" e da un "pestello", che rappresentano le funzioni di difesa e di assalto. E' il generale che elabora le strategie!

E' un'energia di crescita, di rinascita, legata alla primavera come stagione, all'adolescenza come età anagrafica, all'est come punto cardinale, alla rabbia come emozione

QUANDO? sabato 15 aprile dalle 9.30 alle 11.30

Gestire le proprie emozioni rende padroni di se stessi, perché ci permette di rimanere lucidi, efficaci senza perdere la testa: significa scegliere i propri comportamenti, quindi essere intenzionali nelle scelte valutandone gli effetti su noi stessi e sugli altri.

Le emozioni contengono informazioni importanti sui nostri valori e saperle gestire ci permette di scegliere le nostre azioni, cioè AGIRE anziché RE-AGIRE agli stimoli.

DOVE? Ponte Sesto di Rozzano (riceverai le informazioni di dettaglio al momento della conferma dell’iscrizione)

PERCHE'? per accogliere la primavera, stagione di rinascita e di crescita

COSA SERVE? abbigliamento molto comodo, un tappetino o un telo mare ed un cuscino

al termine brunch e pranzo insieme, su richiesta e prenotazione

per iscriverti, clicca qui